UpDate
Ultime NEWS
SG&A | Incentivo Occupazione NEET (Garanzia Giovani)
15840
post-template-default,single,single-post,postid-15840,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-2.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Incentivo Occupazione NEET (Garanzia Giovani)

Incentivo Occupazione NEET (Garanzia Giovani)

08:30 09 febbraio in CONSULENZA DEL LAVORO

In riferimento alla ns. circolare del giorno 11 gennaio 2018 “Garanzia Giovani 2018”, con la presente siamo a comunicarVi che l’Associazione Nazionale Politiche Attive del Lavoro, ha pubblicato in data 26 gennaio 2018 sul proprio sito le linee guida per l’incentivo occupazione di giovani iscritti al programma Garanzia Giovani per l’anno 2018.

Bisogna però tenere in considerazione che l’effettiva fruizione dell’incentivo è subordinata all’emanazione delle apposite istruzioni operative da parte dell’INPS, posto che è del tutto legittimo procedere sin da ora con le assunzioni dei lavoratori.

L’agevolazione è cumulabile con l’incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile, previsto dall’art. 1, comma 100, della Legge 27 dicembre 2017 n.205 e spetta ai datori di lavoro privati che assumono nel territorio dello Stato ad esclusione della Provincia autonoma di Bolzano, senza esservi tenuti in forza a disposizione di legge o altro:

  1. nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 ed il 31 dicembre 2018;
  2. giovani iscritti al programma Garanzia Giovani con età tra 16 e 29 anni;
  3. con contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche somministrato);
  4. con contratto di apprendistato professionalizzante.

E’ possibile beneficiare dell’incentivo anche in caso di assunzione (o trasformazione)  con contratto di lavoro a tempo parziale, per i soci lavoratori di cooperativa purché assunti con contratto di lavoro subordinato, mentre non sono soggetti all’incentivo i contratti di lavoro domestico o di lavoro intermittente.

Misura dell’incentivo:

  1. pari alla contribuzione INPS a carico del datore di lavoro (100%);
  2. esclusione dei premi e contributi INAIL;
  3. massimo 12 mesi dalla data di assunzione;
  4. limite annuo di Euro 8.060.

Il limite massimo dell’incentivo deve essere riparametrato ed applicato su base mensile, pertanto per singolo mese il limite di incentivo fruibile è pari a Euro 671,67.

Nel caso di rapporti di lavoro a tempo parziale, il limite massimo è proporzionalmente ridotto.

Per accedere all’incentivo, il datore di lavoro dovrà inviare un’istanza preliminare di ammissione all’INPS mediante modalità telematiche indicando i dati relativi all’assunzione effettuata o che intende effettuare.

L’INPS determinerà la spettanza dell’incentivo e l’importo dello stesso, comunicando l’esito dell’istanza al datore di lavoro che avrà 10 giorni di tempo dalla comunicazione dell’esito per formalizzare l’assunzione e per confermare la prenotazione dell’importo fatta a suo nome.

Come anticipato un precedenza, attendiamo le necessarie istruzioni operative dell’INPS.

Posto che l’incentivo è classificabile come “aiuto di stato”, lo stesso risulta legittimamente fruito qualora non vengano superati i limiti di cui agli articoli 107 e 108 del regolamento UE n 1407/2013 “de minimis” ovvero in caso di fruizione oltre i limiti del regime “de minimis” qualora ricorrano casistiche particolari che verranno eventualmente approfondite singolarmente.

Distinti saluti.                                            Avv. Massimo Giordano